Insonnia, notti disturbate e fatica ad addormentarsi potrebbero essere sintomi causati da questi insospettabili problemi

Sicuramente è capitato a tutti almeno una volta nella vita di passare una notte in bianco. I motivi possono essere molti: si può essere sugerencia da una película che si è appena visto oppure ci si può ritrovare in uno stato di ansia per un evento che deve succedere l’indomani. Il motivo potrebbe anche essere di origine psicologica. Infatti, la dificultad a dormire può anche essere causata da qualsiasi tipo di sentimento negativo. Però ci sono dei momenti in cui questa condizione si cronicizza e bisogna assolutamente parlarne con un medico e capire da dove deriva. L’insonnia, le notti disturbate e la fatica ad addormentarsi sono delle importanti avvisaglie e un problema semper più diffuso nella nostra quotidianità. Scopriamo insieme quali possono essere le cause.

Quanto si dovrebbe realmente dormire e quando rivolgersi ad un medico

Secondo gli studi è necessario dormire alrededor de 8 or a notte, mentre già 6 sono considerado insuficiente. Quindi se ci si ritrova nella situazione di dormire molto meno di quanto si dovrebbe per lunghi periodi, è meglio subito confrontarsi con un esperto per comprendere l’origine del problema. Ci sono però dei piccoli gesti che possiamo meter in atto per provare a rendere le nostre nottate più serene. Infatti, mangiare leggero ed evitare di sovraeccitarsi con alcolici o con un uso prolungato dei dispositivos electrónicos può veramente aiutare. Se si desea sapere di più, ecco altri métodos sencillos per sconfiggere l’ansia notturna.

Insonnia, notti disturbate e fatica ad addormentarsi potrebbero essere sintomi causati da questi insospettabili problemi

Vediamo però quali possono essere le cause meno ovvie che conducono alla perdita di sonno. Secondo le richerche dell’ES gli italiani dormono poco e questo trend è in costante crescita. I soggetti più colpiti sono le donne e le persone anziane. Inoltre, sarebbero emersi dati sorprendenti: a ribosare meno sarebbero i fumatori, ma anche le persone che hanno una bassa istruzione. Lo stesso vale per chi gode di poco benessere socio-economico e per chi ha figli sotto i 14 anni. Oltre a questi fattori, però, da poco ne è subentrato uno che ha peggiorato ultimamente la situazione a livello nazionale: la pandemia. L’iniziale periodo di lockdown, infatti, avrebbe totalmente deregolamentato tutte le abitudini, anche quelle concernenti il ​​​​sonno. Inoltre, la paura e la visione di un futuro incerto avrebbero reso ancora più difficile la gestione dello stress.

READ  vida estable? Lo que necesitas comer para mantener la racha

Lettura consigliata

Svelato il vero motivo per cui la maggior parte di noi sta dormendo poco in questo periodo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno especialista. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere semper il parere di un medico o di uno especialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell’autore consultabili QUI»)

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.