«Ballate con le mascherine», «E le discoteche?»: scoppia la polemica a Sanremo

«Il pubblico dell’Ariston che balla tutto ammassato è un insulto a tutte le limitazioni per discoteche, stadi, localiÈ solo uno delle centinaia di tweet che ha inondato il popolare social network, mentre al festival di Sanremo si esibivano i Meduz. Sono bastati pochi minuti per fare esplodere un vero e proprio caso sul web.

Il gruppo house italiano – composto dai tre produttori Simone Giani, Luca De Gregorio y Mattia Vitale – è diventato famoso a livello internazionale con una serie di successi dance ed à stato ospite della prima serata del festival di Sanremo. Ma oltre a fare ballare il pubblico presente al teatro Ariston, ha scatenato anche una delle tante polémica della serata.

Che i social network sarebbero esplosi, i telespettatori lo hanno intuito quando Amadeus ha introdotto i Meduza sul palco: «Ballate puro ma con le mascherine». Peccato che in tutto lo stivale ballare sia praticamente vietato per colpa del Covid. E mentre il pubblico si alzava in piedi e danzava al ritmo del medley proposto dal trio, su Gorjeo si scatenavano le critic: «Discoteche aperte no…però 70enni che ballano all’Ariston si», «Discoteche chiuse, operatori del settore pe stracci, però all’Ariston tutti a ballare uno sopra l’altro. C’avrei gusto se domani scappasse fuori il focolaio sanremese», «E dall’Ariston un caro saluto ai gestori delle discoteche«.

La scelta di Amadeus di ricrere una discoteca all’Ariston non è stata proprio azzeccata, vista l’agonia che discoteca e locali notturni vivono da ormai due anni per colpa della pandemia and delle restrizioni legate al Covid. Nel mirino delle polemiche sono finiti anche i Meduza, colpevoli – secondo alcuni utenti del web – di non avere speso neanche una parola sul prolungamento delle chiusure delle discoteche in Italy: «All’Ariston si può ballare nel resto d’Italia ¡No! Bene ma non Benissimo. Meduza ma giusto due parole sui #Club chiusi, ¿no?Il trio non si è espresso, a farlo ci hanno pensato i fruitori dei social, che non hanno mancato di tirare in ballo Amadoes e la Rai.

READ  Call of Duty: Warzone, Verdansk: video destruido

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.