Isis, guardiana: membri con passaporti falsi puntano a Usa e Ue

Terroristi dell’Isis starebbero entrando en Occidente con passaporti falsi. Secondo il Guardian, una di queste reti è gestita da un uzbeko che vive in Turchia e che ha legami con ambienti legati all’estremismo. L’uomo vende passaporti falsi di alta qualità e di diversi Paesi per migliaia di dollari. Almeno 10 persone, conferma il giornale britannico, hanno attraversato ilegalmente il confine siriano con la Turchia e sono partite dall’aeroporto di Istanbul grazie ai suoi passaporti.

Destino euro

L’Unione europea è la destinazione più popolare, ma in almeno due casi le persone sono riuscite a viaggiare da Istanbul al Messico con passaporti russi false e, da lì, ilegalmente hanno varcato il confine con gli Stati Uniti. Anche il Niger e la Mauritania sono destinazioni popolari, porque come l’Ucraina e l’Afghanistan.

L’affre dei passaporti falsi

Gli affari dell’uzbeko stanno andando così bene, evidenzia il giornale, che di recente ha abierto un nuevo canale sull’app di messaggistica Telegram con el nombre ‘Istanbul Global Consulting’. Il Guardian evidenzia come il commercio fiorente di questi documenti contraffatti potrebbe consentire a estremisti pericolosi di sfuggire al radar dei servizi di sicurezza e quindi alla giustizia per i crimini passati e potenzial Sirmente terroriste di continesuare Paílla di continesuare.

READ  RiminiWellness nuevo aplazamiento, el evento deportivo se ha aplazado a septiembre

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Scroll al inicio